Prenota Ora

I migliori itinerari a Bologna

Bologna offre moltissimi itinerari interessanti, grazie alla ricchezza artistica del centro storico e dei paesaggi bolognesi.

Itinerari consigliati dal Direttore

Gentile Ospite, benvenuto a Bologna.
Per aiutarti ad avere la migliore esperienza nella nostra bellissima città ti propongo di seguire le mie istruzioni, come se ti accompagnassi io personalmente a fare un giro.

Prima di tutto ricordati che sei vicino alla stazione dei treni quindi, nonostante la zona sia tranquilla e piena di telecamere come tutta la città, stai sempre attento... ma non ti spaventare...

Uscendo dall’hotel puoi andare a sinistra verso il centro storico e la prima cosa che vedrai è la Chiesa del Sacro Cuore che ha più di 100 anni e il Teatro Testoni con la torre illuminata, sede degli spettacoli per bambini.

Sul ponte dei binari del treno troverai il monumento alla Shoah che da poco è stato inaugurato in ricordo delle vittime dell’eccidio: al tramonto è molto bello e suggestivo per delle stupende fotografie.

Superato il ponte troverai la Porta Galliera risalente al 1200 che era l’antica porta di accesso principale della città; sotto la porta ci sono i canali di acqua che scorrono ancora e dei quali ti parlerò a breve.

A sinistra trovi la Scalinata del Pincio risalente al 1300. Sopra di essa puoi ammirare dei giardini dove secoli prima venivano impiccati i malfattori di fronte alla pubblica piazza ... il mio consiglio è di guardarla da lontano... sotto il giardino da ben 600 anni ogni venerdì e sabato si svolge il mercato della Piazzola.

Prosegui per via Indipendenza, che è la via principale della città piena di negozi, e ricordati di guardare i palazzi antichi... alcuni hanno bellissime facciate decorate con cariatidi e stucchi veramente belli.

A metà di via Indipendenza, dopo la statua di Garibaldi sulla tua sinistra, trovi via Augusto Righi... percorrila e dopo circa 300 mt a destra trovi via Piella... (in questa via ci sono ottimi ristoranti): qui c’è una finestra magica che ti riporta ai vecchi canali che attraversano Bologna: posto magnifico dove fare foto... devi sapere che fino al 1800 Bologna era la città dove si produceva la seta migliore del mondo e veniva tessuta usando le pale che giravano muovendosi con l’acqua dei canali. I canali servivano per trasportare le merci fino al porto di via Lame per poi raggiungere il Po attraverso il canale Navile e da lì a Venezia e in tutto il mondo. Nel 1850 Lione, in Francia, superò Bologna e i canali vennero riutilizzati per macinare il grano per fare il pane.

Gira a destra e poi torni su via Indipendenza... dopo 1 km circa ti trovi in Piazza Maggiore la prima cosa che vedrai è la stupenda Fontana del Nettuno costruita nel 1566 dall’architetto famoso detto il Giambologna. Questa fontana riceve l’acqua direttamente dai colli bolognesi e si diceva fosse miracolosa perché durante la peste solo chi beveva da questa fontana non moriva mentre chi usava i pozzi purtroppo non ce la faceva.

Ora vedrai alla tua destra una porticina... entra e troverai il vecchio mercato coperto ora sede della biblioteca multimediale più grande d’Europa che sta all’interno del palazzo del Comune.
Entra nel palazzo e vai nel cortile... a destra troverai lo scalone di cavalli che ti porterà fino al secondo piano dove nel 1530 venne incoronato Carlo V imperatore del Sacro Romano Impero. Dal bellissimo salone affrescato vedrai la piazza in tutta la sua bellezza.

Prima cosa che vedi è San Petronio... non è la cattedrale... ma la quinta chiesa cristiana più grande al mondo voluta dai bolognesi in contrasto all’allora potere del papa... il quale... furbo... fece costruire a fianco due edifici (uno dei notai e il Museo dell’Archiginnasio) per contrastare questa insurrezione.

Entra e troverai la magnifica meridiana... e molte opere che ti verranno descritte internamente. A sinistra vedi il Palazzo Re Enzo sede dell’allora potere politico ed economico della città poi trasformato in prigione di Re Enzo figlio di Carlo V catturato in battaglia. Successivamente sede di teatri e ora di eventi culturali... non è sempre aperto ma si può visitare.

Due volte al giorno dalla piazza parte il bus aperto per il "sight seen"... prendilo, è molto divertente... Di fronte a te trovi alcune piccole strade (il mercato di mezzo): percorrile tutte... Troverai tanti localini per aperitivi e banchetti della frutta, della verdura, del pesce e delle specialità alimentari... sono davvero fantastici per uno spuntino veloce.

In queste vie ti consiglio di andare in via Clavature e visitare la Chiesa di Santa Maria della Vita, un tempo vecchio ospedale per bambini abbandonati, dove scoprirai le statue di Nicolò dall’Arca con la rappresentazione del Cristo Morto... una cosa da far venire i brividi... fotografatissima. Al primo piano le sale affrescate e altre statue in creta stupende.

Prosegui poi per il portico del Pavaglione dove troverai il 3° museo egizio più importante al mondo per opere esposte e sempre sotto il portico il Museo dell’Archiginnasio con le sue sale meravigliosamente affrescate e il primo teatro dedicato all’anatomia al mondo... visitalo e fatti raccontare le storie suggestive...

Scendi dal museo e prosegui fino alla fine del portico dove a sinistra godrai dell’aperitivo che i bolognesi considerano più chic: Zanarini. Alla tua sinistra poi vai avanti e trovi Galleria Cavour... centro della moda e dei brand più importanti al mondo...

In galleria puoi trovare un bar molto carino per fermarti per un caffè.

Esci dalla galleria e prosegui verso la bellissima Piazza Minghetti dove troverai uno splendido palazzo in marmo ora sede della Banca e di fronte il più importante museo della città in Palazzo Pepoli Campogrande. Se hai un paio di ore te lo consiglio... puoi conoscere la storia di Bologna dal 700 a.C. fino ai giorni nostri e godere di un palazzo restaurato in modo impeccabile... davvero consigliato!

Esci dal palazzo... (hai fatto l’esperienza in 3D? puoi volare sulla città... vai a vedere...).
Ora gira a destra e vai verso le due torri... Alla tua destra troverai la stupenda Camera di Commercio in un edificio del 1200 splendidamente ricostruito.

Veniamo alle torri, il simbolo di Bologna. Questa città ne contava circa un centinaio, ora sono rimaste 25 inserite fra i palazzi o visibili come le splendide Garisenda e Asinelli del 1100.

Le torri erano vere e proprie fortezze che venivano erette per proteggersi dalle invasioni dei popoli che passavano e saccheggiavano Bologna per arrivare a conquistare Roma.

Sono rimaste tantissime splendide testimonianze che si possono visitare acquistando il biglietto nell’ufficio informazioni di Piazza Maggiore. Una delle più belle torri si chiama dell’Incoronata e puoi prenotare un aperitivo a 60mt ma attenzione... non c’è ascensore...

Ora che hai visto le torri prosegui per la bellissima Strada Maggiore che trovi alla destra della torre più alta... questa era la antica via Emilia. A metà troverai sulla tua sinistra il Museo della Musica unico al mondo... (qui ha studiato Mozart, Donizetti e Rossini), in fondo la bellissima chiesa di Santa Lucia con il mercatino di Natale e il fantastico Museo Davia Bargellini pieno di oggetti antichi usati dalle famiglie nobili...più avanti la casa di Carducci.

Ma a metà di Strada Maggiore vedrai molte persone con il naso in su... come mai? Pare che ci siano conficcate 3 frecce usate durante una battaglia nel portico medioevale del palazzo... ci sono .. divertiti a cercarle! Entra poi nel cortile del palazzo e vedi alcuni negozi che poi si affacceranno nella più bella piazza d’Europa... Piazza Santo Stefano: una meraviglia...

In piazza spiccano le 7 chiese che devi assolutamente visitare ed ascoltarne la storia narrata all’interno...

In piazza il 2° sabato del mese c’è il mercatino dell’antiquariato molto simpatico...
Ora ti consiglio di fermarti un po’ e riposare prima di proseguire... ci sono altre bellissime chiese da visitare come San Domenico (dove trovi l’Arca di Nicolò dall’Arca e uno stupendo Angelo di Michelangelo), la Chiesa di San Giovanni in Monte, la Chiesa di San Giacomo Maggiore e tantissime altre a testimonianza della comunità cristiana dell’epoca medioevale. Per i più devoti c’è la passeggiata a San Luca (un portico di 2,5 km in salita !!!!!) che porta alla bellissima chiesa dove i Bolognesi vanno devoti alla Madonna di San Luca. Attento però... gli archi sono 666 come il numero del diavolo... prima dell’ultimo esci e prosegui sulla strada (antica credenza popolare).

In via Zamboni trovi poi la sede della più antica università del mondo... dell’anno 1088.

Hai fame? Torna nel mercato di mezzo... puoi anche acquistare quello che preferisci e andare a sederti nell’osteria del Sole in vicolo dei Ranocchi dove l’oste ti serve solo il vino dal 1400...

Cosa raccontarti ancora? Bologna merita almeno una visita di due o tre giorni per approfondire ogni meraviglia storica... per questo ti rimando all’ufficio informazioni di Piazza Maggiore dove le nostre guide saranno liete di organizzarti un tour privato con tutte le informazioni più dettagliate delle mie.

Ti aspetto in hotel per un saluto e un bicchiere d’acqua perché dopo aver camminato tanto avrai sete!

Cordialmente
Giancarlo, da 30 anni direttore e proprietario di questo hotel.